COME COSTITUIRE UN’ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO?


Un’Organizzazione di Volontariato (OdV) e può essere costituita con atto pubblico o scrittura privata autenticata, presso un notaio che conferisce certezza legale all’atto, o con scrittura privata registrata, cioè registrando atto costitutivo e statuto all’Ufficio del Registro presso l’Agenzia delle Entrate. La registrazione si ottiene alla consegna del modello di richiesta di registrazione presso gli sportelli dell’Agenzia, unitamente a doppia copia di Atto Costitutivo, Statuto e ricevuta dell’avvenuto pagamento tramite F23 bancario dei tributi dovuti per la registrazione.
Le spese per la registrazione sono composte da imposta di registro e imposte di bollo.

Una OdV costituita con scrittura privata registrata è regolarmente costituita e può operare senza ulteriori adempimenti, l’atto pubblico è obbligatorio per la costituzione solo qualora l’associazione intendesse richiedere il riconoscimento della personalità giuridica.

L’iscrizione nei Registri pubblici invece non è obbligatoria ed è strumentale a accedere a agevolazioni fiscali (agevolazioni su donazioni, 5X1000, etc.) o a ricevere contributi qualora fosse una condizione richiesta.

Per costituire una OdV sono necessari i seguenti documenti:


  Il Codice Fiscale si richiede presso l’Agenzia delle Entrate territorialmente competente (facendo riferimento alla sede legale dell’associazione per l’individuazione) con il modulo AA5/6: Richiesta di attribuzione del Codice Fiscale.

La richiesta deve essere inoltrata dal rappresentante legale dell’associazione o da un suo delegato, provvisto quindi di delega e fotocopia della Carta d’identità del presidente. Il Codice Fiscale viene rilasciato contestualmente.
IMPORTANTE: tra gli adempimenti formali dell’associazione, durante la vita associativa, vi è quello di aggiornare l’Agenzia delle Entrate (sempre con il medesimo modulo) di ogni variazione che si opera relativa alla richiesta di Codice Fiscale ad esempio: cambiamento del nome, della sede, del presidente, ecc. Queste modifiche vanno comunicate entro 30 giorni all’Agenzia delle Entrate: non verrà modificato il Codice Fiscale attribuito, ma verranno aggiornati i dati relativi.